Cosa mangiare in Croazia: piatti tipici  della cucina croata
Foto: garywchan / Flickr

Questi sono i piatti tradizionali croati che si mangiano lungo la costa croata però anche nelle città continentali croate.

Fusi istriani al tartufo (Fuži)

Fusi istriani al tartufo (Fuži) - Cosa mangiare in Croazia: piatti tipici della cucina croata
Fusi istriani al tartufo (Fuži) | Foto: Andrew Nash / Flickr

Fusi istriani con il tartufo è un piatto di pasta tradizionale dall’Istria. La pasta fatta a mano viene preparata con il burro, olio, panna e parmigiano e nella salsa si aggiungono i tartufi grattugiati che danno alla pasta un sapore e profumo unici.
Fuži è un tipo di pasta che ha una forma caratteristica romboidale. Si prepara tradizionalmente nelle famiglie istriane. E i tartufi sono un prodotto molto prezioso e si trovano solo in Istria.
È possibile mangiare questo piatto nei ristoranti di cucina tradizionale dapertutto in Croazia.

Il polpo alla peka

Il polpo alla peka - Cosa mangiare in Croazia: piatti tipici della cucina croata
Il polpo alla peka | Foto: GH NETwork

Un piatto tradizionale in Croazia e il Polpo alla peka. È una specialità semplice e deliziosa che si prepara sotto “peka”, tecnica di cottura tipica della tradizione croata.
Il polpo sotto la peka si prepara insieme alle patate, cipolla, aglio e spezie mediterranee e verdure locali e si condisce con l’olio di oliva e il vino bianco locale.
Peka è una specie di campana che permette di concentrare nel tegame di preparazione tutto il sapore e profumo del polpo e dei condimenti. È sotto la peka, utensile tipico della cucina tradizionale croata, si cucina alla brace.
È uns specialita gastronomica tradizionale molto attraente da vedere e ha un profumo e sapore unico.

Calamari dell’Adriatico ripieni

I piatti con i calamari vengono serviti praticamente in ogni ristorante e trattoria in Istria e in Dalmazia, ma anche a Zagabria e nel resto della Croazia.
Una specialità sono calamari ripieni di prosciutto e formaggio pecorino. Si prepara aggiungendo le erbe aromatiche locali, aglio, cipolla, olio d’oliva, prezzemolo, vino bianco locale. Si serve accompagnato di riso.
È un piatto pregiato e succulento che si prepara durante tutto l’anno.
L’Adriatico croato e molto ricco di calamari e acqua salata e pulita dell’Adriatico conferisce loro un sapore autentico, che diventa particolarmente intenso durante l’inverno.

Fritule

Fritule
Fritule | Foto: Arnie Papp / Flickr

Fritule è un dolce tradizionale originario dalla Dalmazia e dall’Istria che si può trovare sulle tavole e nei ristoranti in tutta la Croazia.

Sono le palline dell’impasto fatto con le uova, latte, yogurt, farina e vari liquori e gusti, fritte in olio bollente che devono essere croccanti e morbide.
È un dessert squisito molto popolare e le fritule si gustano con vari sciroppi a base di cioccolato, caramello o ai frutti di bosco.

Originariamente, però, le fritule si servono imbiancate con una spruzzatina di zucchero a velo, oppure rivoltate nello zucchero semolato, mentre sono ancora calde.
Chiamate in mille modi (uštipci, pršurate, frite o prikle), le fritule si friggevano, secondo tradizione, nei giorni di digiuno comandato, per la vigilia di Natale e durante la Quaresima.

Ražnjići

Ražnjići  - Cosa mangiare in Croazia: piatti tipici  della cucina croata
Ražnjići | Foto: Marco Verch / Flickr

È una specie di grigliate, spiedini di maiale o vitello con diversi condimenti e verdure, serviti con ajvar, una salsa piccante di peperoni rossi, melanzane e aglio e con le patate fritte.
È un piatto comune da mangiare in ogni ristorante o trattoria.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here